Tanti auguri a me



Scopata fantastica

Ricordo che quando stavo per raggiungere il girno del mio compleanno ero a pezzi. Il solo fatto che avrei spento ben 36 candeline mi rendeva molto nervosa, ma anche perche’ il mio caro maritino pensava che era piu’ importante guardare le quotazioni dell’azienda su internet, invece di stare li a tirarmi su di morale.

Fortunatamente, la mia amica Valeria decise di farmi una bella festa, sperando che almeno questo avrebbe risollevato il mio spirito. Era stata una festa fantastica, ricordo di aver bevuto tutto quello che era presente quella sera, passando per l’ubriacona del villaggio, oppure la disperata signora che vuole dimenticare i suoi problemi di matrimonio e di eta’. Mi svegliai, ovviamente con la testa che pulsava come un martello su un chiodo incastrato su un muro. Ovviamente mio marito non era stato presente ne alla festa, ne tanto meno quella mattina, in quanto era partito per una trasferta di lavoro.

Vuoi vivere un’avventura come quella in questo racconto erotico? Da oggi puoi, grazie la community di iraccontierotici.it.
>> Trova il partner per realizzare la tua fantasia.

Con un occhio aperto e l’altro che faticava ad aprirsi, feci un veloce movimento di capo, notando che vicino a me, era sdraiato un giovane corpo nudo. Mi alzai di scatto, provocando un forte giramento di testa. Vicino a me era sdraiato un ragazzetto tutto nudo, con il cazzo molto afflosciato, ma con un viso che dichiarava un eta’ molto giovane, forse troppo. Improvvisamente una sensazione di disagio prese possesso dei miei sensi, facendomi sentire come una violentatrice di bambini. Svegliai il giovane ” Quanti anni hai?”. Il ragazzo, seccato dal mio rude modo di svegliarlo ma con un’aria comunque soddisfatta, mi disse ” Te l’ho gia’ detto ieri, ho 17 anni “. Per mia fortuna, almeno l’eta’ era legale. ” Noi 2 abbiamo..ehm…scopato?” chiesi al ragazzo, gesticolando con una mano ” Scopato? Sei stata fantastica, mi hai fatto fare cose che mai avevo fatto prima” .

Non potevo crederci, la sera del mio compleanno, ho scopato un 17enne, permettendogli di inflare il suo cazzo dentro di me e Dio solo sa cos’altro gli ho permesso di fare. Una cosa la sapevo, che ora il ragazzo guardava il mio corpo nudo e aveva il cazzo tutto indurito. Devo ammettere che aveva il cazzo piu’ grande di quel pirla di mio marito. Incominciai a masturbarlo, mentre lui mi guardava. Aveva il cazzo duro e liscio, un cazzo giovane che avevo intenzione di scoparmi, chissa’, forse mi avrebbe fatto passare il mal di testa e in fin dei conti, era li e non potevo cambiare le cose. Mi mesi a pecorina, invitandolo a scoparmi da dietro. Sara’ stato che per troppo tempo ho scopato con un vecchio noioso, che il modo in cui questo giovanotto mi scopava, mi faceva sentire in paradiso. Scopava con avidita’, sbattendo con forza e con una velocita’ impressionante. Avevo raggiunto ormai 3 orgasmi mentre lui era dietro di me che mi scopava con grande energia. Di colpo tiro’ fuori il cazzo e incomincio’ a schizzare una gloriosa sborrata. Schizzi di sborra calda arrivarono ovunque, sul culo, sulla schiena, sui capelli. Non avrei immaginato che un cazzo cosi’ giovane poteva sborrare cosi’ tanto. Gli presi quel cazzo per una succhiata di cappella, in modo da pulire quella giovane cappella sborrata. Era il minimo, dopo una bella montanta.

Lo lasciai andare via, prima che il marito decrepito sarebbe ritornato, magari voglioso di una scopata, che dopo quella di stamattina, sarebbe stata noiosa quanto una telenovela.



Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (24 voti, media: 3,63 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti: