Quell’insaziabile voglia di scopare mia zia



Per anni ho avuto questa strana fantasia di scopare mia zia Tamara. Nel corso del tempo la fantasia si è attenuata e mi sono sposato, ma dopo il divorzio è tornata, più forte di prima.

La mia amica Caterina lavora nella stessa azienda di zia Tamara, che è la sua diretta superiore. Con il tempo il loro rapporto ha superato i confini professionali e sono diventate amiche intime.

Un giorno ho sognato di fare sesso con zia Tamara e ho capito che dovevo realizzare quella fantasia, o sarei diventato matto. Caterina è la mia migliore amica e non ho segreti per lei e quando gli ho raccontato la mia fantasia ha detto che non ci vedeva nulla di male ed era meglio tentare di realizzarla che vivere nel rimpianto. Ha detto che la zia vuole essere ancora attiva sessualmente anche se ha superato i 50 anni e che mio zio non riesce più a soddisfarla.

Vuoi vivere un’avventura come quella in questo racconto erotico? Da oggi puoi, grazie la community di iraccontierotici.it.
>> Trova il partner per realizzare la tua fantasia.

Ho chiesto a Caterina di fare la proposta indecente alla zia, non potevo più resistere e lei, sorridendo, ha detto che ci avrebbe pensato.

Il giorno dopo ho ricevuto una chiamata di Caterina, che mi chiedeva di venire in ufficio.

Appena sono arrivato Caterina mi ha portato nel bagno dove una doccia era in funzione.

“Togliti i vestiti”

“Perché?”
“Non parlare e fai quello che dico.”

Mi sono spogliato pensando di scopare Caterina, ma lei ha lasciato scorrere il telo della doccia e mia zia era nuda ad aspettarmi. Sono rimasto a bocca aperta con il cazzo duro e ci siamo fissati senza dire nulla.

“Divertitevi, io vado a guardare la Tv” ha detto Caterina, chiudendo la porta.

“Cazzo zietta, sei strepitosa”

Lei mi ha baciato, il primo bacio è stato strano, il secondo appassionato, lingua in bocca e tutto il resto. Ho baciato il suo collo e succhiato le sue tette. Era tutta la vita che aspettavo questo momento.

Mia zia si è inginocchiata e ha iniziato a guardare il mio cazzo, incuriosita.

“Ti piace zietta?”

“Molto. Questo è il secondo cazzo che vedo nella mia vita, ed è più grosso di quello dello zio.”

Zia ha iniziato a succhiare il mio cazzo e a leccare le palle, in un modo mai visto prima, con tutta la sua esperienza. Ogni movimento era perfetto.

Caterina ha aperto la tenda per chiedere se tutto andasse bene e ha visto mia zia che mi faceva un pompino.

“Si, immagino vada tutto bene” ha detto.

“Grazie, senza di te non sarebbe stato possibile”

Caterina ci ha fatti uscire dalla doccia e ci ha portati nella sua stanza.

“Fare sesso nella doccia è difficile, qui è molto meglio”

Caterina ci filmava con il telefono mentre eravamo impegnati in un bel 69, succhiavo la figa della zia finché non mi è venuta in faccia, poi l’ho scopata a pecorina mentre Caterina filmava. Era favolosa, voleva essere sempre chiamata Zietta.

“Fai venire la tua zietta”

Finalmente sono venuto e ho sborrato sul suo culo. Il sesso più bello della mia vita.

Zia ha ringraziato Caterina e abbiamo iniziato una relazione a tre, trasmettiamo le nostre orge e il sesso online e stiamo pensando di trasferirci in California.



Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (40 voti, media: 3,60 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti: