Questione di gusti



Ogni persona al mondo a dei gusti particolari, che non sempre devono combaciare con il resto della comunita’. I gusti possono anche sembrare perversi e sinceramente, nessuno dovrebbe giudicare, in quanto i gusti sono strettamente personali. Ad esempio, io, ho dei gusti mooooolto particolari, quando si tratta di stare a letto con un uomo.

A me piace dominare, mi piace quella sensazione che mi da, il semplice sapere che l’uomo sotto di me, sia disposto a tutto pur di scoparmi. Mi fa sentire desiderata, bella, mi fa sentire al centro del mondo della persona a cui sto per aprire le gambe, l’oggetto del desiderio della persona che sto per ospitare tra le mie gambe, dentro di me. Mi piace che lui mi soddisfi come lo chiedo io, che mi penetri come e quando lo dico io. Mi piace sentire la sua mano dove lo voglio io e non dove i suoi ormoni arrapati lo spingono. Devo godere, in quel momento, si tratta di farmi godere e di far eccitare la mia figa vogliosa e insaziabile. Mi piace stringere il cazzo duro nelle mani e sentirlo scivolare su e giu’, specia la cappella, sapendo che e’ il punto piu’ sensibile per l’uomo. Mi piace cospargere dello yogurt sul cazzo, per rendere il suo sapore piu’ dolce, per farmi venire piu’ fame. Mi piace quando me lo spingono nel culo, specie se chi lo fa, e’ una persona forte e determinata, che non mi lascia il tempo di prendere il comando. Mi piace quando mi penetrano il buco del culo e lo sento che dentro di me tutto si allarga, mentre il cazzo scivola in profondita’. Mi piace quando ho la fortuna di incontrate questi uomini decisi, che mi prendono e mi sbattono ovunque per il loro piacere, facendomi sentire una puttana da pochi soldi. Questi uomini mi fanno sentire cosi’ abusata, che non nego niente a loro. Loro sono gli unici che me lo possono mettere nel culo e che ci possono sborrare dentro.

In genere, mi piace tenere il cazzo in mano quando sta per sborrare. Quando sono al comando, mi piace la visione della persona che supplica l’orgasmo, mentre sento che il suo cazzo si gonfia e poi si sgonfia. Mi piace farlo sborrare guardandolo negli occhi, come premio della mia generosita’. Mi piace soprattutto stuzzicare la cappella iper sensibile mentre sborra, strizzarla con la mano, masturbarla, succhiarla con violenza. Tutti atti che fanno saltare e tremare il fortunato sotto di me, che viene colpito da una forte sensazione di fastidioso dolore, misto al piacere dell’orgasmo. Mi piace comandare e mi piace essere sottomessa, sono gusti, anche se uno rappresenta l’estremo dell’altro. Molte volte mi piace solamente guardare un’uomo masturbarsi, mentre io, a gambe aperte sul letto, lo guardo e mi masturbo con lui. Sono una persona ambiziosa, per me nel letto, bisogna che sia io la prima a godere, almeno che non sei tanto forte da scoparmi senza lasciarmi il tempo di pensare o di agire, ma purtroppo certe categorie di uomini sono merce rara. A questi uomini mi piace succhiare la sborra e farmi sborrare in faccia, perche’ sono sottomessa sotto le loro palle, sotto le loro voglie e devo accettare di farmi schizzare il loro caldo seme in faccia, come una sporca puttana che deve ingoiare e stare zitta.

Vuoi vivere un’avventura come quella in questo racconto erotico? Da oggi puoi, grazie la community di iraccontierotici.it.
>> Trova il partner per realizzare la tua fantasia.

Ripeto, sono questioni di gusti e questi, sono i miei.



Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (16 voti, media: 3,25 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti:

  • Idea insaponataIdea insaponata Erano ormai diversi mesi che io e la mia compagna vivevamo insieme, in un piccolo […]
  • Gli StivaliGli Stivali Molte volte sono costretto a fermarmi al lavoro fino a tardi, e capita spesso che una […]
  • Ruota PanoramicaRuota Panoramica Era quel classico periodo estivo, dove in citta' passavano le giostre, i giochini […]
  • Giochi Violenti ( Parte II )Giochi Violenti ( Parte II ) Ero stata rapita da un vecchio contadino porco, legata sopra uno sporco divano e stava […]