Orgia madre figlia e sorella

Una strana giornata

Mi chiamo Kevin, sono originario del Ghana ma fui adottato qui in Italia quando ero molto piccolo: sono stato molto fortunato perchè vivo con le mie due sorelle Alexia e Sarah, mio padre e mia madre adottivi.
Tutti e tre frequentiamo l’università, io sono al primo anno mentre loro si stanno per laureare, l’una in Biologia, l’altra in Economia. Siamo soliti passare le vacanze estive nella proprietà di campagna: papà è sempre fuori per lavoro, in questo periodo e noi ci trasferiamo lì per qualche mese; a volte risulta un po’ noioso perchè non c’è molto da fare ma perlopiù ci piace parecchio.
Ecco, in quella giornata particolare di cui sto per raccontarvi, ci trovavamo lì, a ciondolare senza una meta: io sfogliavo una rivista porno affianco a Sarah che si sistemava le unghie, quando ad un certo punto sentii dei rumori strani provenire dalla camera da letto.
Guardai Sarah, che però continuò a limarsi le unghie e decisi di entrare dentro per dare un’occhiata.

Scene inaspettate

All’interno non si sentiva più nulla; mi era sembrato di sentire i rumori provenire dal piano superiore così, con due falcate, salii le scale: ora li sentivo nuovamente. Sembravano dei gemiti, per questo mi avvicinai di soppiatto alla porta della camera da letto socchiusa di mia madre: quel che vidi non me lo dimenticherò mai.

Ciò che provocò il mio stupore, tanto da farmi dimenticare di essere lì senza essere stato invitato, era mia madre alle prese con mia sorella Alexia che si trastullavano con un dildo di proporzioni non trascurabili.

Mi videro anche loro e si fermarono per la sorpresa; si guardarono e guardarono me ma proprio in quel momento sopraggiunse vociante Sarah che aveva terminato il make up delle unghie e voleva raggiungerci.  Anche lei rimase a bocca aperta. Nemmeno lei sapeva nulla: io però mi ritrovavo con un’erezione poderosa e non volevo certo farmi scappare l’occasione.

iscrizione club

Presi Sarah per un braccio e andai dritto da Alexia che subito mi baciò e incominciò ad accarezzarmi, così come fece anche mia madre.

La situazione doveva essere ben strana ma evidentemente gli ormoni erano talmente fuori controllo che nessuno si curava più dei dettagli, a tutti quanti era presa una fortissima frenesia sessuale: Sarah, che inizialmente sembrava stranita, prese da sola l’iniziativa di sbottonarmi i jeans e di liberare il mio grosso arnese.

Tutte e tre iniziarono a leccarmelo, sentivo delle mani solleticarmi i capezzoli e delle dita esplorare la zona dell’ano: ad un certo punto non resistetti più e mentre Alexia spingeva fino in fondo alla gola il mio pene, io presi il dildo rimasto sul letto e cominciai a sfondare mia madre che urlava di piacere al vibrare di tutti quei colpi mentre Sarah si faceva penetrare dalle mie dita.

Dopo averle guardate in un triangolo eccezionale in cui si leccavano vicendevolmente ed essere venuto sui visi di tutte e tre, mi sdraiai sul letto e mi addormentai, stanco e incredulo del fatto che tutto fosse successo realmente.

Vuoi realizzare la tua fantasia erotica in CHAT?

ISCRIVITI GRATIS

Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (37 voti, media: 3,11 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti:

  • Le mie perversioni ( La governante )Le mie perversioni ( La governante ) Ero in giardino, vestendo un abito di lingerie, mentre osservavo la mia governante, che […]
  • Un nonno fortunatoUn nonno fortunato Mario aveva ormai raggiunto quasi i settanta. Per quel fine settimana la famiglia si […]
  • Un nuovo giocoUn nuovo gioco Marisa era ormai seduta al tavolo del bar da circa dieci minuti e per buona parte di […]
  • Il piacere del fattoneIl piacere del fattone Era un giorno come un'altro, avevo le vene piene di roba chimica e la testa piena di […]