Massaggio

Lavoravo sodo da ormai diverse settimane per il nuovo caso che la nostra compagnia aveva accettato. Eravamo gli unici che avevano accettato tale sfida, infatti il nostro preventivo era almeno tre volte tanto il budget del cliente, ma purtroppo per loro, noi eravamo gli unici ad aver fatto un preventivo e quindi loro si erano trovati costretti ad accettare.

Come consigliato da una mia collega, cercai una ragazza che sarebbe venuta a casa mia a farmi un massaggio totale, in modo da poter eliminare un po dello stress accumulato nell’ultimo periodo lavorativo. Lei mi aveva consigliato la sorella, dicendo che oltre ad essere una bella ragazza, era anche molto brava con i massaggi e che appunto, li faceva a domicilio, con un piccolo sovrapprezzo. Preso l’appuntamento con lei, aspettai a casa l’arrivo della ragazza, impaziente del benessere che mi sarei sentito e sinceramente, anche ignaro che di quanto benessere quella ragazza mi avrebbe poi dato.  Lei era alta quasi quanto a me, aveva due tette enormi, bionda e con gli occhi azzurri. Indossava il classico camice bianco delle infermiere con una bella scollatura avanti. Quella visione mi fece eccitare e sentivo che tra le mie gambe, qualcuno cominciava a svegliarsi.

Mi aveva fatto sdraiare sul divano e cominciava a spogliarmi, sentendo le sue mani che si muovevano sul mio corpo, facendomi eccitare sempre di piu’. Il tutto accadeva in silenzio e lei mi aveva solamente detto di chiudere gli occhi e di rilassarmi. Mi aveva spogliato completamente, lasciandomi nudo sul divano con il cazzo semi duro in bella vista. Tenevo sempre gli occhi chiusi e nella mia fantasia, sentivo gli occhi di lei che mi guardavano vogliosi il cazzo. Poi le sue mani, si posarono sul mio petto. Erano umide e dall’odore, avevo capito che era un olio essenziale. Si muoveva dolcemente su di me, facendomi sempre piu’ arrapare. Poi le sue tette si posarono sul mio petto. Sentivo la pelle e aprendo gli occhi, vidi che anche lei era nuda e che usava il suo corpo come spugna per cospargere olio sul mio. Avevo il cazzo indurito e dritto in un secondo, mentre vedevo quelle grosse tette soffici che si strofinavano su di me. Il suo capezzolo rosa che urtava contro il mio. Poi si alzo’ e io richiusi gli occhi, facendo finta che non li avevo mai aperti.

Poi le sue mani impugnarono il mio cazzo duro, facendomi balzare dalla sorpresa. Emanai un grosso respiro, mentre sentivo che il mio cazzo scivolava nella sua mano unta. Poi un qualcosa di soffice si poso’ sul mio cazzo, impugnandolo e masturbandolo. Il mio cazzo era tra le sue enormi tette e me lo stava masturbando. Ero eccitato da morire e avrei voluto sbatterle il cazzo in bocca e scoparmela come si deve. I suoi movimenti erano lenti e sensuali e mi facevano veramente impazzire. Il mio cazzo saliva e scendeva, tra quelle soffici tette unte. Quando saliva, sentivo il suo respiro sulla mia cappella e ogni tanto, potevo sentire le sue labbra, che si posavano sulla punta del mio cazzo, regalando teneri baci erotici. Sentivo anche che tutti i muscoli del mio corpo cominciavano a farsi rigidi e il mio respiro sempre piu’ pesante. Sapevo che un forte orgasmo si preparava ad esplodere ma nonostante cio’, i suoi movimenti rimanevano lenti e sensuali, con il mio cazzo che si gonfiava tra le sue tette, che scivolavano attaccate al mio cazzo, stuzzicandomi la cappella. Poi una forte sborrata si libero’ tra le sue tette e lei ricopri’ la mia cappella che sborrava con le tette, facendo una sorta di centrifuga sul mio cazzo che pulsava, schizzando caldo e denso seme su quelle tette unte.

acquista pubblicità

La centrifuga sulla cappella sensibile mi faceva saltare e dimenare, regalandomi un doloroso piacere, mentre liberavo il mio stress tra quelle tette meravigliose. Rimasi li, fino a quando il cazzo non scivolo’ moscio’ e lei mi bacio’ la punta del cazzo umida di sborra. Ero fianalmente libero e rilassato, proprio come avrei voluto.

Blog: I Racconti Erotici, Racconto: Massaggio

acquista pubblicità

Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (53 voti, media: 3,42 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti: