Madre affamata



Mio padre era morto da diverso tempo e da allora, non avevo mai visto mia madre uscire con un’altro uomo. Sono una ragazza anche io e immagino quanto possa soffrire, una donna senza un’uomo accanto. Io non riuscirei mai a stare tutto quel tempo senza farmi una bella scopata ma mia madre, ci era riuscita.

Nell’ultimo periodo, stava uscendo con un suo nuovo collega, devo dire anche carino. Erano andati delle volte al cinema e a cena fuori. Una sera, ero uscita con degli amici ma siccome i nostri piani erano andati tutti a monte, ero ritornata a casa prima del solito, trovandomi davanti ad una situazione molto strana.
Ricordo il silenzio che regnava nel salone appena entrata, facendomi pensare che mia madre era nuovamente uscita con lui. Mentre mi recavo in cucina, cominciavo a sentire dei strani rumori, come dei gemiti, riconoscendo subito, la voce di mia madre. Sbirciando dentro la cucina, vedevo mia madre in ginocchio che succhiava il cazzo del suo amico, mentre tra le sue gambe aperte, faceva entrare e uscire un grosso cetriolo. Lui era in piedi, appoggiato contro il tavolo e godeva come un matto mentre mia madre lo spompinava. Inizialmente quella scena mi faceva schifo ma piano piano, sentivo sempre di piu’ la mia figa eccitata e umida. Mia madre succhiava con una fame incredibile, muovendo il cetriolo con grande velocita’. Poi si alzo’ e si mise a pecora, con il cetriolo ancora infilato tra le sue gambe. Lui era in piedi dietro di lei e spingeva il suo cazzo duro e dritto tra le chiappe di mia madre. Lei teneva gli occhi chiusi, mentre il cazzo spariva tra le sue chiappe. La sua mano era infilata tra le sue gambe, spingendo dentro e fuori il grosso cetriolo. Poi il suo amico, comincio’ a sbattere il suo corpo contro il culo di mia madre, scopandole il buco del culo, mentre lei, si masturbava ferocemente con un grosso cetriolo.

Senza neanche accorgermene, la mia mano era scivolata tra le mie gambe e mi stavo strofinando la figa che divampava un forte calore eccitato, mentre vedevo la versione troia di mia madre, che veniva scopata nel culo e con in figa un grosso cetriolo. Lui si muoveva lentamente ma con violenza, sbattendo il suo cazzo dentro il culo di mia madre, sculacciandola di tanto in tanto. Lei urlava di goduria, mentre entrambi i suoi buchi venivano posseduti. La velocita’ con la quale si spingeva il cetriolo tra le gambe era incredibile, come la violenza con la quale lui sbatteva il cazzo nel suo culo rotto. La mia mano nel frattempo era scivolata dentro il mio pantalone, infilandosi dentro le mie mutandine, dove venne accolta dal grande calore eccitato della mia figa umida. Ritirai fuori la mano e mi leccai il dito umido, riportandola subito dentro le mie mutandine, per masturbarmi, mentre quella puttanella di mia madre, veniva scopata come una cagna in cucina. Lui continuava a scoparla, senza fare troppi gemiti, mentre mia madre si lasciava andare in vere grida di piacere, mentre veniva entrambi i suoi buchi venivano penetrati. Poi l’uomo si mosse velocemente, portando il suo cazzo eccitato davanti la faccia di mia
madre, che apri la bocca per accoglierlo. Il cazzo spari’ tra le sue labbra e l’uomo comincio’ a tremare. Dai lati della bocca di mia madre, vedevo qualche goccia di liquido bianco. Le stava sborrando in bocca e mia madre stava succhiando con grande golosita’, mentre continuava a sfondarsi la figa con il cetriolo. Lui tramava e lei gemeva, dissetandosi della sborra del suo nuovo amico, succhiandogli il cazzo pulsante, fino a quando non era scivolato moscio, fuori dalla sua bocca. A quel punto anche il cetriolo usci’ fuori, liberando la figa di mia madre.

Vuoi vivere un’avventura come quella in questo racconto erotico? Da oggi puoi, grazie la community di iraccontierotici.it.
>> Trova il partner per realizzare la tua fantasia.

Ero incredibilmente eccitata e sono sicura che da quel giorno, non sarei mai piu’ riuscita a guardare mia madre nello stesso modo.



Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (150 voti, media: 3,60 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti:

  • Il gigante e la bambinaIl gigante e la bambina Mio padre mi aveva detto di essere gentile, educata e premurosa con il suo migliore […]
  • Il balcone di SaraIl balcone di Sara Mi chiamo Enrico, ho 35 anni e sono il capitano della squadra antincendio locale. […]
  • Gli StivaliGli Stivali Molte volte sono costretto a fermarmi al lavoro fino a tardi, e capita spesso che una […]
  • La suoceraLa suocera Ero fidanzato da cinque anni e mancavano tre giorni al mio matrimonio. Ci eravamo […]