La suocera

Ero fidanzato da cinque anni e mancavano tre giorni al mio matrimonio. Ci eravamo conosciuti all’universita’ e da quel momento non ci eravamo mai separati. A parte qualche normale litigata, la relazione con la mia futura moglie era sempre stata esemplare. Anche con le nostre rispettive famiglie la situazione era molto tranquilla. Lei non aveva problemi con la mia famiglia e io non avevo nessun tipo di problema con la sua famiglia. Andavamo tutti molto in armonia e spesso ci incontravamo per passare i weekend insieme, a casa dei suoi familiari oppure a casa dei miei.

Vuoi realizzare la tua fantasia erotica? Incontra persone con le tue stesse fantasie!

ISCRIVITI GRATIS

Eravamo a casa dei suoi genitori e la mia futura moglie, era uscita con il padre per comprare della pizza, con la quale cenare, durante la classica sfida con dei giochi di societa’. Ero rimasto solo con mia suocera, una gran bella donna ad essere sinceri. Mentre preparavo il tavolo, ricordo che lei mi aveva chiamato in cucina. Entrai in cucina e la trovai nuda e seduta su una sedia. Aveva le gambe allargate, con in mostra la figa depilata e si mordeva un labbro. Teneva in mano un bicchiere di vino rosso e mi sorrideva con molta sensualita’. Disse che sarei presto diventato l’uomo di sua figlia e lei doveva assicurarsi che io ero in grado di soddisfare le voglie sessuali della figlia. Mentre mi parlava, osservavo il suo corpo maturo ed esperto, mentre sentivo il cazzo che mi diventava sempre piu’ duro nei pantaloni. I suoi occhi si
posarono sul mio rigonfiamento e con il cenno del dito, m’invito’ ad avvicinarmi a lei. Ero in piedi davanti a lei e in silenzio, la sua mano comincio’ a strofinarsi sulla mia erezione. Con lo sguardo fisso sul mio, mi abbasso’ i pantaloni e le mutande. Guardo’ il mio cazzo duro e dritto, mentre se lo faceva strofinare contro le labbra. La mia cappella poi scivolo’ tra le sue labbra, accolto dalla sua lingua che si muoveva sul mio cazzo, mentre continuava ad entrare nella sua bocca. Mentre prendeva il mio cazzo in bocca, la sentivo gemere di soddisfazione. La sua mano era scivolata tra le sue gambe aperta e si masturbava con energia, mentre il mio cazzo entrava e usciva dalla sua bocca.
Mi lascia andare al piacere, mentre il mio cazzo veniva succhiato come mai prima, neanche sua figlia era cosi’ brava. Tirai fuori il cazzo e sollevai le sue gambe, abbassadomi in modo da poter strofinare la mia cappella tra le umide labbra della sua figa calda. Con una spinta, feci entrare il mio cazzo, accolto tra le sue gambe e cominciai a sbattere il mio corpo contro il suo, godendo dalla visione delle sue tette che ballavano sotto i miei colpi. Stavo scopando la mia futura suocera mentre la mia fidanzata comprava della pizza con il padre. Sentivo il calore della sua figa sul mio cazzo che entrava e usciva con forza e velocita’, mentre lei teneva gli occhi chiusi e godeva a voce alta. Sentivo che ero vicino a venire e quindi tirai fuori il cazzo e lo masturbai vicino alla sua faccia. Tutti i muscoli del mio corpo divennero duri mentre dalla mia cappella, schizzi da calda sborra volarono sulla faccia della mia futura suocera. Le
stavo sborrando in faccia, ricoprendo le sue labbra e il naso con la mia sborra. Mentre ancora il mio cazzo pulsava, lei comincio’ a succhiarmi la cappella umida, facendomi tremare, per via di un piacevole dolore, che mi causava la sensibile cappella che lei mi stava succhiando.

Trenta minuti dopo, eravamo tutti seduti in sala da pranzo, mangiando pizza e giocando al gioco di societa’, come una tranquilla famiglia felice.

Blog: I Racconti Erotici, Racconto: La suocera

racconti erotici banner

Vuoi realizzare la tua fantasia erotica? Incontra persone con le tue stesse fantasie!

ISCRIVITI GRATIS

Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (283 voti, media: 3,66 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti:

  • Chalet filmChalet film Lo chalet era davvero molto isolato, non si trovava sulle piste sci, era raggiungibile […]
  • Sudore clandestinoSudore clandestino In una sauna qualsiasi di una città qualunque, un ragazzo e una ragazza attratti l’uno […]
  • Cari, vecchi amici ( prima parte: il pompino)Cari, vecchi amici ( prima parte: il pompino) Avevo da poco aperto una agenzia d'affari, dopo un periodo di lavori vari in giro per […]
  • Sexy JessicaSexy Jessica Era distrutta dalla giornata di lavoro. Aveva dovuto girare una scena con doppia […]