La scoperta di Luisa



Orgia doppia coppia

Luisa era sempre stata una ragazza curiosa. Un weekend al mese, andava via dal campus dell’universita’, per stare con i suoi nonni. Una ragazza sottile e delicata, i suoi genitori l’avevano sempre protetta, a differenza di molti dei suoi amici. Infatti non aveva mai fatto niente di più che baciare un ragazzo, fuggendo quando mise la mano sul seno.

Quel weekend invece, chiamo’ il nonno per dire che sarebbe stata a casa di una sua amica, scusandosi della mancata visita. Invece Luisa, si era nascosta all’interno della sua cameretta a casa dei genitori. I genitori chiudevano a chiava la sua cameretta durante la sua assenza e lei, nascosta dentro, era curiosa di sapere cosa facevano i genitori durante la sua assenza. L’attesa era noisa e lei si addormento’ fino alle nove di sera, quando l’aprirsi della porta di casa, non la fece risvegliare. Erano i genitori in compagnia di altre due coppie. Erano tutti li in salotto che bevevano cocktail e si raccontavano storie divertenti, scambiando sane risate. L’attenzione di Luisa era caduta sugli abiti di tutte le donne presenti, compresa la madre. Erano vestite in modo molto….poco vestite. Minigonna molto mini, che metteva in mostra anche il perizoma e magliettine molto scollate che facevano intravedere i capezzoli.

Vuoi vivere un’avventura come quella in questo racconto erotico? Da oggi puoi, grazie la community di iraccontierotici.it.
>> Trova il partner per realizzare la tua fantasia.

I cocktail aumentavano e le risate, divennero ben presto scambi di “attenzioni”. Uno degli uomini presenti, ando’ dalla madre, che mise le sue mani sui pantaloni, per strizzargli il cazzo, mentre il padre, baciava il collo di un’altra donna. Le mani di Luisa chiusero la sua bocca aperta, in preda ad uno shock, quando tutti gli uomini tirarono fuori i loro cazzi, con le donne che facevano un sottofondo di risatine. Sembravano tante puttanelle all’interno di uno strip club per donne. Gli uomini si scambiavano occhiate soddisfatte mentre le donne succhiavano i loro cazzi, ogni donna succhiava il cazzo di uomo che non fosse il suo. Luisa era li che vedeva la madre che con passione succhaiva il cazzo di un’altro uomo, proprio davanti al padre, mentre lui era li, con gli occhi chiusi, che godeva come un maiale mentre una bionda gli leccava le palle. La madre aveva anche incominciato a masturbarsi da sola, mettendosi a gambe aperte come una volgare baldracca.

Le tre donne si misero a pecorina sul divano, una vicina all’altra, mettendo in mostra i culi, che aspettavano di essere scopati dai 3 uomini. Luisa non riusciva a concepire la situazione, come era possibile che la madre era li, messa a pecorina, pronta a farsi scopare da un cazzo qualunque, un cazzo, che sicuramente non sarebbe stato del padre. Nonostante lo shock, Luisa continuo’ a guardare, mentre gli uomici cominciarono ad infilare i loro cazzi duri dentro le fighe umide di quelle 3 donne vogliose. Gemiti e sculacciate volavano nell’aria. L’uomo che scopava la madre fece un movimento veloce e quello che senti’, le fece gelare il sangue ” No dai Marco, non nel culo “, disse la madre, ” Con il culo che ti ritrovi, e’ normale che te lo voglio sfondareeeeh ” disse lui, terminando la frese con una botta secca, la botta che gli fece penetrare il culo della madre. Erano tutti li, arrapati ed eccitati come maiali, che si scopavano tra di loro, alternando cazzi e fighe, culi e bocche.

Poi le 3 donne si misero sotto le palle dell’uomo che la scopava in quel momento, pronta a farsi sborrare in faccia. Erano li, che si masturbavano mentre gli uomini gemevano e tremavano come maiali. Schizzi di sborra volavano sulle facce, la madre era li, a bocca aperta che si faceva sborrare da un cazzo qualunque, succhiando la cappella che l’aveva per ultimo scopata, mentre il padre tremava come una foglia mentre una donne era li che gli succhiava la cappella e lo masturbava per fargli uscire ogni singola goccia di calda e densa sborra.

Luisa non poteva piu’ guardare, si alzo’ e ando’ alla finestra, capendo cosa facevano i genitori quando lei non era a casa.



Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (33 voti, media: 3,58 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti:

  • Vicky e i fruttivendoliVicky e i fruttivendoli Aveva rotto due pile di bicchieri lo scorso fine settimana e voleva assolutamente […]
  • Il passo (parte 1)Il passo (parte 1) E' fatta! Ha deciso che si doveva fare dopo tante proposte! E' successo una sera per […]
  • Il gioco della pizza ( Parte I )Il gioco della pizza ( Parte I ) Venerdi' sera, la sera in cui tutte le comitive mettono in atto i programmi discussi […]
  • Indovina chiIndovina chi Ricordo che quando ero piccola, si facevano tantissimi giochi, senza l' utilizzo di […]