La ragazza in vacanza si abbuffa di cazzi



Ragazza troia che si fa scopare da chiunque ha fame di cazzi

Era una calda giornata d’estate e fa la sua entrata presso l’agriturismo a cui aveva prenotato una ragazza, di altezza media, capelli di lunghezza media neri, occhi castani, fisico asciutto, con una seconda di seno e fianchi larghi quanto basta e un culo sodo, indossava, dei pantaloncini bianchi molto corti ed aderenti, un top rosso anch’esso aderente, scarpe da ginnastica, con i capelli raccolti come a formare una coda di cavallo, e gli occhiali da sole. Come ogni anno la ragazza prende sempre una settimana di vacanza da sola, per staccare da tutti, famiglia, fidanzato e lavoro, e cerca sempre luoghi sperduti ed isolati per la pace e tranquillità. Nonappena entra si dirige verso la reception dove c’è un ragazzo che prende la chiave della sua stanza e la consegna alla ragazza, senza staccare gli occhi dal suo top dato che da sotto non portava reggiseno e le si vedevano le tette piccole ma ben fatte e i capezzoli, lui le fece strada e l’accompagnò alla sua stanza, dopo essere entrata la ragazzi disfa il suo trolley, apre l’acqua del bagno e riempie la vasca, poi torna nella stanza da letto e si spoglia senza sapere che il ragazzo che l’aveva accompagnata la stava spiando mentre è completamente nuda, il ragazzo è molto eccitato nel vederla mentre si spoglia, si tocca i pantaloni sentendo il suo pene diventare sempre più duro e grosso per l’eccitazione, la ragazza mette l’accappatoio e si dirige verso la vasca dove fa un bel bagno di un ora, dopo di che ritorna in camera dopo essersi asciugata i capelli, ad un tratto sente bussare la porta ed è il ragazzo di prima che le ha portato degli asciugamani puliti, il ragazzo entra nella stanza e la vede con indosso l’accappatoio e così fa cadere per terra gli asciugamani, lei si inginocchia per prenderli e le si apre l’accappatoio e le si vede la fica pelosa e ben curata e le si apre anche sul seno mostrandolo nella sua bellezza, lui rimane incantato e lei vedendo che il ragazzo la stava guardando e notando che i suoi pantaloni si erano gonfiati per l’eccitazione, si alza e prende il ragazzo e lo fa sdraiare sul letto, gli fa abbassare i pantaloni e viene fuori un cazzo grosso, lungo e soprattutto duro; lei comincia a leccarlo avidamente e masturbandolo facendo godere il ragazzo sempre di più e facendogli diventare il pene sempre più duro, poi lei si scopre la parte superiore dell’accappatoio mostrando il seno e cercando di masturbargli il cazzo anche con le sue piccole tette anche se sode; poi si toglie completamente l’accappatoio e si sdraia sul letto mentre il ragazzo le allarga le gambe e inizia a leccarle tutta la fica passando lentamente dalle grandi alle piccole labbra e facendola dilatare sempre di più, mentre lei inizia a a stringersi le tette e i suoi capezzoli diventano sempre più duri, più la lingua del ragazzo entra nella sua fica esplorandola con la sua lingua sempre più con avidità lei inizia a godere ansima sempre di più, inarca la sua schiena muovendo lentamente la sua testa sulle lenzuola, continuando ad ansimare a godere, poi il ragazzo mentre continua a leccare sempre di più la sua fica con le mani le stringe le tette con forza e poi tira fuori la lingua dalla fica e mantenendo le gambe aperte alla ragazza la penetra con il suo grosso cazzo, la sua vagina si apre sempre di più accogliendo quel cazzo così duro e forte , ad ogni suo colpa la ragazza stringeva sempre più forte la camicia del ragazzo quasi a volerla strappare, mentre godeva e i suoi colpi si facevano via via più forti e sempre più profondi quasi a voler arrivare fino al suo utero, la vagina gemeva di piacere, ne voleva ancora sempre più forte sempre di più quel pene era favoloso la stava facendo godere, il calore di quella mattina d’estate stava scaldando sempre di più i due corpi tanto che le gocce di sudore del ragazzo che si era liberato della camicia e dei pantaloni bagnavano il corpo della ragazza e il sudore della ragazza bagnava le lenzuola sottostante, lei era inebriata dal quell’odore le sue mani scivolavano lentamente sulla schiena del ragazzo fino a stringere con forza il suo sedere, mentre lui continuava a spingere il suo pene sempre più forte e lei gemeva ad ogni colpo come il ritmo di una melodia, lei era pervasa dal suo piacere da quell’estasi erotica, da un piacere mai provato in altri rapporti sessuali, non era mai stata penetrata da un cazzo così grosso e duro e questo provocava in lei ancora più piacere, poi il ragazzo la fa girare e le fa aprire le gambe e la penetra nuovamente ora la sua fica si era allargata ed era tutta bagnata di piacere che inondava la sua fica e le sue cosce come una fontana, lubrificando il pene del ragazzo agevolando la penetrazione, poi decide di penetrarle anche il culo e con il pene già bello che bagnato penetra il culo della ragazza che emette un piccolo urlo di dolore, perchè quel grosso pene le stava lentamente allargando l’ano più entrava in profondità e più lei gemeva e stringeva le lenzuola bagnate di sudore, godeva si si ancora spingi di più più forte, poi sentendola gridare dal dolore, tirò fuori il pene e la fece rigirare le aprì nuovamente le gambe e riprese a penetrarle la fica oramai allargata e grondante piacere a fiumi fino a quando dopo l’ultimo colpo il ragazzo rovinò sul corpo della ragazza, le aveva eiaculato nella fica inondandola di sperma, diede qualche ultimo colpo per far uscire tutto lo sperma che aveva, ed entrambi rimasero così in quella posizione per la stanchezza e la calura non solo della giornata e anche della scopata poi il ragazzo si rialza e fa leccare il suo cazzo alla ragazza e lei bevve lo sperma che era rimasto sul pene mentre dalla sua fica lo sperma che aveva liberato il ragazzo bagnava tutto l’interno coscia, la vagina e le lenzuola, tanto che lei chiese al ragazzo di portargliene un paio pulite il ragazzo obbedì celermente ed aiutò la ragazza ancora nuda e stanca dalla scopata a sistemare il letto, nel frattempo con la porta socchiusa la vide scopare il proprietario dell’agriturismo con il suo dipendente e la cosa lo fece eccitare tantissimo, tantè che il giorno dopo la ragazza fece colazione scambiando degli sguardi con il ragazzo con cui il giorno prima aveva scopato, era sempre in tenuta molto leggera e chiese se da quelle parti ci fosse un fiume o un lago dove poter fare il bagno e le indicarono un fiumiciattolo con un piccolo lago nelle vicinanze dopo che la ragazza lasciò l’agriturismo venne seguita dal proprietario eccitato com’era nell’averla vista il giorno prima scopare con il suo dipendente, dopo aver seguito un breve sentiero la ragazza trovò il fiumiciattolo, il posto era davvero bello pieno di alberi verdi con la brezza che soffiava fra i rami e rinfrescava la pelle dal sudore, arrivata sulle rive del laghetto posa a terra il suo zaino tira fuori un asciugamano e lo stende a terra ed inizia a spogliarsi rimanendo completamente nuda, lentamente entra nell’acqua e inizia a nuotare rinfrescandosi dal sudore e della passeggiata e della giornata, finito di nuotare esce dall’acqua, indossa i suoi occhiali da sole si spalma la crema solare su tutto il corpo, prende un libro dal suo zaino, si sdraia sull’asciugamano e inizia a leggere prendendo il sole nella tranquillità. Nel frattempo da dietro un albero il proprietario dell’agriturismo la guardata per tutto il tempo e il suo pene si era dilatato tantissimo iniziava ad ansimare dalla voglia di scoparsi quella ragazza, nel frattempo la ragazza si gira per prendere il sole sulla schiena, quando vede l’uomo avvicinarsi e gli chiede di spalmargli l’abbronzante sulla schiena l’uomo esegue le inizia a spalmare con le sue mani possenti e ruvide l’abbronzante iniziando dalle spalle della ragazza fino a scendere fin sul suo sedere sodo la ragazza a quel punto per stuzzicare l’uomo già visibilmente eccitato allarga le sue gambe in modo da far vedere la sua fica e lui non perde occasione per far scivolare la sua mano su di essa e cominciando a massaggiarla e la ragazza inizia ad eccitarsi anche lei le grandi e le piccole labbra iniziano ad allargarsi, poi la ragazza si gira e si fa spalmare l’abbronzante anche sul seno, accarezzandolo prima dolcemente e poi sempre più con forza, mentre i capezzoli della ragazza diventano sempre più duri e lei nota che i pantaloni dell’uomo che ha sulla cinquantina di anni, si gonfiano, a quel punto la ragazza si alza e tocca i pantaloni dell’uomo abbassandogli la zip e tirandogli fuori il pene, l’uomo aveva un cazzo enorme e duro come quello di un cavallo, si toglie gli occhiali lo prende in mano e inizia a leccarglielo tutto ma era talmente grosso che non entrava tutto in bocca, l’uomo a quel punto non resiste più e toglie dalla bocca della ragazza il suo pene le apre le gambe con forza, si abbassa i pantaloni e le infila con forza il suo grosso pene nella vagina della ragazza che emette un urlo di dolore, l’uomo in preda alla sua lussuria continua a spingere il suo pene sempre con più forza senza curarsi delle sue urla di dolore, ma al contempo la ragazza piega le sue gambe e da colpi continui dietro la schiena dell’uomo incitandolo a spingere sempre più forte e si aggrappa con forza a lui. Ad ogni colpo che riceve il suo piacere aumenta sempre di più come anche il dolore perchè la sua vagina si dilatava, mai in vita sua era stata penetrata da un pene così grosso, la ragazza inarca la schiena dal dolore, i suoi battiti aumentano, il respiro si fa sempre più affannoso e inizia a sudare e con le mani si aggrappa alle spalle dell’uomo graffiandole con le sue unghie, a quel gesto della ragazza l’uomo le tira uno schiaffo in faccia e dicendole: “ mi fai male troia …” a quel gesto e a quelle parole la ragazza rimase per un attimo assente, ma dopo essersi ripresa la sua lussuria crebbe ulteriormente, le grida di dolore si sostituirono a grida di piacere mai provato prima, la sua fica grondava fiumi di piacere lubrificando il pene dell’uomo. Dopo l’uomo tira fuori il suo pene dalla vagina della ragazza e spingendo con le mani le cosce della ragazza verso il suo seno fa sollevare il sedere mettendo in bella mostra la sua fica bagnata e l’ano, punta il suo grosso pene sul culo della ragazza e inizia a spingere sempre più a fondo nel suo retto, la ragazza grida e si dibatte dal dolore come non mai ma il piacere che prova e tanto, gode si ancora si spingilo ancora più affondo fammelo sentire tutto, sono la tua troia, il pene dell’uomo si faceva strada nel retto della ragazza sempre di più mentre lei grondava sudore per lo sforzo di quel rapporto duro, sentiva su di se il fiato di quell’uomo caldo e violento riscaldare la sua pelle già bagnata di sudore,poi l’uomo tolse il suo pene dall’ano della ragazza le riapri le gambe e la penetrò nuovamente nella vagina, ad ogni spinta sempre più forte e dura sembrava un toro che montava la sua vacca con vigore, fino a quando non si ferma ed eiacula nella vagina della ragazza riempiendola di sperma, diede qualche ultimo colpo per far uscire tutto il suo seme, il cuore della ragazza batteva all’impazzata, poi l’uomo tolse il pene dalla ragazza e dalla sua vagina usci un fiume di latte bianco che inondò le sue cosce e l’asciugamano sotto di se, poi l’uomo bagnò completamente l’addome della ragazza il suo seno, e la ragazzi si alzò leccando e bevendo lo sperma rimasto sul cazzo dell’uomo, dopo di che l’uomo si rialzò i pantaloni e se ne andò la ragazza si pulì per bene e si mise sotto un albero per avere un po’ di fresco dopo quella sudata, poi si rivestì tornò in agriturismo, pranzò e andò subito a dormire per la stanchezza, sempre soddisfatta per quella scopata. Il giorno dopo si diresse nuovamente al fiume dove il giorno prima aveva fatto il bagno e nota due ragazzi ben piazzati che facevano il bagno, ma quando vide che erano completamente nudi le salì una voglia irrefrenabile, tanto che si spogliò d’avanti a loro e i due non si lasciarono sfuggire l’occasione e si avvicinarono alla ragazza con due peni già in fase di erezione e belli grossi anche i loro, la ragazza si mise in ginocchio e uno alla volta leccò i due peni e nel contempo masturbandoli, poi dopo che ebbero raggiunto la loro durezza, i due ragazzi fecero sdraiare a terra la ragazza uno le apri le gambe per leccarle tutta la fica e penetrandola prima con la lingua assaporandola tutta e poi entrando con il suo pene facendola iniziare a godere,mentre l’altro se lo faceva leccare avidamente dalla ragazza che non riusciva gemere dal piacere per quel pene che aveva in bocca, poi i due ragazzi si diedero il cambio per assaporare con il loro pene la vagina della ragazza, poi per accontentare entrambi optarono per un cambio di posizione, uno dei due ragazzi si mise sdraiato e la ragazza si mise su di lui penetrandole la fica, e l’altro da dietro le penetrò l’ano provocando un’ebrezza di piacere da parte della ragazza che continuava a godere al ritmo dei colpi che ricevevano la sua fica e il suo ano dai due ragazzi, poi decisero di farla girare e quindi il ragazzo che le penetrava la fica ora le penetrava l’ano e viceversa i colpi continuarono con la stessa forza e vigore la ragazza si sentiva una nave in balia della tempesta dei suoi ormoni scatenati da quei due ragazzi che la stavano aprendo nel suo intimo, e mentre accadeva questo la vagina si bagnò letteralmente tutta, bagnando il pene di uno dei due ragazzi e l’altro sotto di lui. La fecero alzare e lei si rimise a cavalcioni del ragazzo sotto di lui e le penetrò nuovamente la vagina e l’altro poggiò prima il suo pene sulla fica della ragazza e con le mani si fece un po’ di spazio per farlo entrare, nonappena entrò la ragazza fece un urlo di dolore, i suoi battiti sempre più forti il suo corpo mavido di sudore per lo sforzo e il suo respiro sempre più affannoso, fino a quando i due ragazzi smisero di spingere ed eiacularono entrambi nella vagina della ragazza, e rimasero tutti e tre fermi in quella posizione prima di staccarsi e salutarsi. L’indomani la ragazza dopo aver fatto colazione fa un giro nell’agriturismo e si addentra in un piccolo corridoio di servizio che porta alla cucina, dove sente degli strani rumori, si avvicina e vede il proprietario con cui lei aveva scopato due giorni prima che sta scopando sul tavolo la cameriera, una ragazza, molto formosa, con una quinta abbondante di seno e un culo grosso e sodo, inizialmente la ragazza guarda la scena di nascosto ed inizia a toccarsi il seno e la fica da sotto il suo vestito aperto che le arrivava da poco sotto le spalle fino quasi alle ginocchia, mentre continuava a guardare la scena fece un rumore e i due si accorsero di essere spiati da lei si staccarono ed andarono da lei, la cameriera le prese il vestito e glielo tolse tutto e lei rimase completamente nuda lui le fece aprire le gambe e iniziò a leccarle tutta la fica che era già molto umida per la scena che stava guardando, la cameriera dal canto suo si spoglia completamente ed inizia a baciare la ragazza sulla bocca mentre le stringe il seno sentendo i suoi capezzoli indurirsi sempre di più e la ragazza invece stringe i generosi seni della cameriera, poi i due fanno sdraiare a terra la ragazza e l’uomo sempre più eccitato si abbassa i pantaloni apre le gambe della ragazza e la penetra con forza nella vagina e lei inizia a godere come una porca mentre la cameriera si piega sulle ginocchia sulla faccia della ragazza e le fa leccare la sua fica e lei la penetra tutta con grande felicità mentre l’uomo la continua a sbattere con il suo pene, poi non contento fa girare a pancia sotto la ragazza e le penetra con forza il culo e questa volta è deciso a romperglielo tutto, al ragazza grida e si dibatte dal dolore le faceva un male del diavolo, ma non poteva far a meno di godere,ad ogni colpo il pene entrava sempre più in profondità fino a quando l’uomo non lo tirò fuori tutto sporco di sangue, era riuscito nel suo intento spaccarle le il culo, così al ragazza rimase con l’ano aperto, ma siccome lui non era ancora venuto la rigira si rimette su di lei e come un toro scatenato la penetra a più non posso mentre le grida di dolore e gode fino a quando l’uomo si ferma ed eiacula nella vagina della ragazza inondandola di sperma, rimane un po’ su di lei mentre respira affannosamente ed è sudatissima, l’uomo toglie il pene dalla vagina della ragazza e prende la cameriera la mette di faccia contro il muro le apre le gambe e la penetra venendo anche nella fica della cameriera, dopo di che l’uomo se ne va e pulisce le tracce di sperma e di sangue che hanno lasciato a terra mentre la cameriera aiuta la ragazza a rialzarsi perchè le gambe le tremavano dallo sforzo e dal rapporto rude e violento che ha appena avuto con l’uomo cosa che la fa eccitare tantissimo nonostante il dolore e la riaccompagna in camera sua. L’indomani le due ragazze escono per una passeggiata nel boschetto vicino arrivata ad una certa ora la cameriera deve rientrare per riprendere servizio mentre la ragazza rimane ancora un po’ a passeggiare quando all’improvviso si sente una mano sulla spalla, era il padrone dell’agriturismo che l’aveva seguita, l’uomo la prende la sbatte di schiena contro un albero le strappa la camicetta in modo da scoprirle il seno ed inizia a leccarlo tutto, poi la prende da sotto le cosce e le toglie le mutandine e inizia a baciarla sulla bocca, poi le toglie completamente la gonna e si abbassa i pantaloni e tira fuori nuovamente il suo enorme pene riprende la ragazza sotto le cosce a la penetra facendola saltellare ad ogni colpo ricevuto, la ragazza si sentiva impalare sempre di più ma godeva troppo per voler smettere e così continuarono tutto il tempo fino a quando l’uomo non eiaculò dentro la sua vagina macchiandosi con il suo stesso sperma che era così tanto che fuoriusciva dalla vagina della ragazza i suoi pantaloni,lei rimase per un po’ abbracciata all’uomo poi le tirò fuori il pene e se ne andò. Il giorno dopo era l’ultimo di vacanza per la ragazza e l’indomani sarebbe venuto il suo ragazzo a prenderla, e allora escogitò un’ultima scopata, si fece trovare nuda nel letto del proprietario dell’agriturismo, con grande stupore dell’uomo che non si fece di certo pregare, si denudò e si mise sopra la ragazza penetrandola a più non posso con il suo fallo da cavallo facendola godere per tutta la notte e venendo nella sua fica, il giorno dopo la ragazza si svegliò nuda in un letto che non era il suo e ricordò la splendida notte appena trascorsa, si fa una doccia si veste e prepara il suo trolley scende all’ingresso e va dal proprietario per pagare il conto ma lui dice che non deve pagare nulla la ragazza e le regala un enorme mazzo di rose rosse invitandola a ritornare ancora a trovarli e lei disse certamente, e poi se ne andò con il suo ragazzo, che era venuto a prenderla, mentre la cameriera porta al proprietario un biglietto della ragazza dove c’era scritto il suo ringraziamento per quella settimana e non la dimenticherà mai e lei sarà sempre la sua troia.

By Edo Phoenix

Vuoi vivere un’avventura come quella in questo racconto erotico? Da oggi puoi, grazie la community di iraccontierotici.it.
>> Trova il partner per realizzare la tua fantasia.



Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (29 voti, media: 3,72 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti:

  • La ragazza facile del paeseLa ragazza facile del paese   Da noi in paese abbiamo la fortuna di annoverare tra le nostre abitanti, […]
  • Ruota PanoramicaRuota Panoramica Era quel classico periodo estivo, dove in citta' passavano le giostre, i giochini […]
  • La bibliotecaria caldaLa bibliotecaria calda Riccardo era solito recarsi in biblioteca per consultare vecchi testi di cui in […]
  • Libidine in montagnaLibidine in montagna Quella slogatura non sembrava volerle proprio passare. Aveva risparmiato per mesi […]