Incontri pericolosi



Racconto erotico di incontri pericolosi

Federico e’ sempre stato un bravo ragazzo. Purtroppo pero’, quando la sua fidanzata lo lascio’ per un suo caro amico, il trauma fu cosi’ forte che Federico decise di scoparsi tutte le ragazze possibili, senza pero’, farsi prendere da emozioni e storie.

Essendo un bel ragazzo, non aveva difficolta’ a trovarsi le ragazze da scopare, anzi, viste le sue facili conquiste, decise di mettersi alla prova, anche al di fuori del suo territorio. Dopo aver riletto per la centesima volta, il viaggio del mondo in 80 giorni, Federico penso’ di fare un viaggio in Europa, 8 paesi, sfidando se stesso di scopare almeno una ragazza di ogni paese che avrebbe visitato.

Vuoi vivere un’avventura come quella in questo racconto erotico? Da oggi puoi, grazie la community di iraccontierotici.it.
>> Trova il partner per realizzare la tua fantasia.

Per i primi paesi, tutto ando’ liscio. Scopo’ Anita, una bionda ragazza Svedese, nel bagno del pub dove la incontro’. Successivamente scopo’ anche Kim, in uno dei vasti prati fioriti di Amsterdam. Il suo cazzo ando’ poi in Germania, dove si scopo’ Katerina, una ventenne con delle tette che lo avevano spinto a scoparsela anche piu’ di una volta nella stessa serata. L’aveva incontrata al cinema, con la scusa di non parlare tedesco, si era avvicinato a lei, per farsi tradurre il film.

Era a Varsavia, dove stava cercando di ammorbidirsi Kasha, una bellezza tipica dell’est. Fisico perfetto, occhi azzurri penetranti, bionda e con un sorriso da puttanella innocente. Kasha l’aveva invitato a cena a casa sua e dopo aver bevuto del vino rosso, i due erano sul divano, Federico con il cazzo duro in bella vista e Kasha che faceva finta di non averlo visto. Appena 10 minuti dopo, i due erano a fare un 69 con i fiocchi. Kasha aveva una figa umida e linda, leccarla era un piacere immenso, spingere la lingua tra quelle labbra calde e umide, il sapore della figa curata e sicuramente ultra sfondata da diversi cazzi arrapati. Lei invece era presa a leccare inizialmente la cappella, masturbandolo con delicatezza mentre affondava a bocca aperta il cazzo, cercando di prenderlo il piu’ possibile, succhiando avidamente su e giu’.

Sborrare su quella faccia angelica, era per Federico un sogno. Ne aveva scopate tante, ma belle e linde come Kasha mai. Decise di portarsi Kasha nel giro delle scopate Europee. Andarono in Croazia, dove fecero una bella scopata a tre, dove Kasha e Ludmilla fecero a gara per ingoiare tutti gli schizzi che volavano dal cazzo di Federico. Il tour prosegui’ Arrivarono in Bulgaria, dove Kasha riusci’ a sedurre una bellissima tettona di nome Valeria. Il cazzo di Federico saliva e scendeva tra quelle tette stupende, mentre Kasha gli leccava la figa, guardando con aria di complicita’ Federico, prima che sborro’ tutto dentro la bocca di Valeria, che amava succhiare cappelle sborrate.

Arrivarono in Grecia. Li Federico e Kasha, erano stati molto veloci. Sedussero con molta facilita’ una ragazza alta e mora, che non volle dire il suo vero nome, ma preferiva farsi chiamare Tania. Arrivarono nella stanza d’albergo, prenotata da Federico appena Tania era stata sedotta dagli occhi azzurri di Kasha e dal cazzo duro di lui, che gli premeva sulla gamba.

Quella scopata era stata selvaggia, Tania adorava prendere il cazzo su per il culo mentre leccava la figa umida di Kasha, che era posizionata davanti a lei a gambe aperte, mentre godeva coma una cagna. Quella fu l’unica posizione per tutta la scopata. Il culo di Tania era perfetto, sodo, morbido e molto stretto. Federico adorava la sensazione del suo cazzo che la penetrava, allargandole il culo, mentre se lo scopava violentemente tra botte e strizzate di tette. Schizzo’ abbondantemente, sulle faccie delle 2 puttanelle vogliose, che si scambiarono la sborra ingoiata, con dei baci molto arrapanti.

La mattina dopo, Federico si sveglio’ da solo, ancora stordito dalle scopate della notte prima. Velocemente noto’ che gli erano spariti i vestiti, il portafoglio, le chiavi della macchina nolleggiata il giorno prima, documenti…tutto. Dopo noto’ anche che la camera dell’albergo era completamente distrutta, vetri rotti, doccia rotta, tv rotta ed un sacchetto di polvere bianca, sul comodino del letto disfatto.

Federico fu arrestato a Salonicco, in Grecia, mentre Kasha e Tania, erano sulla strada per la Bulgaria, in cerca di un cazzo da scopare.



Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (14 voti, media: 3,21 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti: