Incesti reali: quando la fantasia diventa perversione!



L’incesto cos’è?

Per incesto si intende un’atto sessuale compiuto con una persona di famiglia quindi madre, padre, figli, cugini ecc.
L’incesto è una fantasia sessuale spesso estrema, e quando questa fantasia diventa letteralmente “esagerata” possiamo definirla perversione!
La perversione da incesto spesso porta a relazioni segreti tra i componenti della famiglia anche abbastanza durature nel tempo.
Vorrei raccontarvi la mia storia incestuosa con mia cugina Roberta.

Io e mia cucina

Io e mia cugina siamo praticamente cresciuti insieme, a causa di un’improvvisa morte dei genitori si è trasferì a casa mia già dall’età di 12 anni.

Mia cugina Roberta ha sviluppato durante la sua crescita delle curve davvero mozzafiato al punto che spesso mi piaceva ammirarla mentre si faceva la doccia, i miei ormoni andavano a 1000, e la masturbazione era ovviamente inevitabile.

Vuoi vivere un’avventura come quella in questo racconto erotico? Da oggi puoi, grazie la community di iraccontierotici.it.
>> Trova il partner per realizzare la tua fantasia.

Roberta è alta circa 170 cm con gambe abbastanza piene e un seno abbastanza prosperoso, una buona quarta piena, ama usare perizoma, e la cosa mi eccita da morire, in quanto spesso posso ammirarle il fondo schiena attraverso pantaloni molto aderenti.

Provarci con mia cugina non è stato affatto semplice, il fatto di fare sesso incestuoso inizialmente non interessava minimamente a Roberta, ma a me si!

La mia prima volta con mia cugina

Spesso immaginavo di fare sesso incestuoso con Roberta, al punto che un bel giorno mi vide masturbarmi davanti ad una sua foto in costume.

Roberta fu sorpresa dal vedermi cosi’ eccitato, al punto che rimase letteralmente sbigottita, io invece no, avevo voglia di scopare con la mia cuginetta, avevo delle fantasie perverse da realizzare e soprattutto, il fatto di essere del sesso incestuoso, mi eccitava ancora maggiormente.

Non persi tempo e ci provai, devo dire che la mia cuginetta che sembrava cosi’ cosi santarellina si rivelò una grande porcellina fin da subito, infatti mi accorsi che la cosa aveva eccitato terribilmente anche lei, al punto che aveva una fighetta letteralmente inondata di umori.

La mia perversione andava ben oltre però una semplice scopata, avevo voglia di farle male, di scoparla selvaggiamente senza alcun limite.

Realizzai la mia fantasia incestuosa anale, prendendo del lubrificante le scopai il culo senza alcun limite, al punto che la mia cuginetta urlò come una vera maialina in calore.

A questo punto rimasi sorpreso, la mia cucinetta tirò fuori tutta la sua perversione incestuosa nei miei confronti, mi fece sdraiare nel letto, e mentre mi succhiava il pene, fece scivolare una manina giu’ fino al mio ano.

Con un dito mi scopò il culetto senza alcuna inibizione, e devo dire la cosa mi piacque, il fatto che mia cugina stava realizzando la sua perversione nei miei confronti mi portò un’eccitazione tale che decisi di riempirle la bocca di sperma senza alcun avvertimento, Roberta tossi’ qualche secondo, e dopo un’ultimo sguardo corse in bagno a lavarsi.

Nei giorni successivi io e la mia cuginetta praticammo altro sesso incestuoso, e ancora oggi, nonostante lei sia sposata, ogni tanto ricordiamo i vecchi tempi dando sfogo a tutta la nostra perversione incestuosa.

 



Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (7 voti, media: 4,29 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti: