Giochi erotici 2 ( Io, lui e il trans)



Racconti erotici: giochi pericolosi

Appena arrivata a Berlino, mi fermo in una pizzeria per cenare; All’uscita, dopo aver pagato il conto, porto via con me dei quotidiani in omaggio, adagiati  sul tavolino accanto alla cassa. Una volta in albergo, accompagnata da una tazza fumante di cioccolato, inizio con il dare uno sguardo ai giornali, concentrandomi sulla pagina degli annunci “personali”..Quasi all’ultima posizione, trovo ciò che stavo cercando..<A.A.A. Cercasi donna disposta ad incontri con più persone…>, <Si tratterà di orgia>, pensavo tra me e me…<beh,allora scopriamo se è così>…Al telefono Marc, mi spiega chiaramente che l’incontro avverrà con lui e un suo amico transessuale, bionda e non operata. La cosa m’incuriosisce  non poco e decidiamo di vederci davanti alla stazione ferroviaria con un fiore tra le mani. Ore 23,05, sono davanti alla stazione da circa 10 minuti, ma non ho ancora visto nessun uomo che avesse un fiore in mano…Mentre ero alla ricerca del presunto Marc, sento un tocco sulla spalla, mi volto e un uomo sui 45 anni, rozzo e bruttino, mi porge una rosa. Non ero  molto entusiasta dell’aspetto fisico di Marc, però il fatto di essere palpeggiata da quelle mani tozze del rozzo, mi eccitava parecchio, mi sentivo come se fossi cappuccetto rosso, pronta ad essere violentata dal lupo cattivo..Iniziamo a spostarci a piedi e senza fiori, per raggiungere la dimora di Ampero, il trans con il quale avremmo condiviso queste ore di puro piacere..La distanza è di circa un chilometro, e un sentiero nascosto, ci porta direttamente davanti ad una graziosa casetta verde. Ampero è molto accogliente, si presenta con un body di pizzo stretto attorno a due enormi tettone, capelli biondi lunghi ed il cazzo nascosto da una finta piuma. Beviamo qualcosa nel salone rosa e nero, ed è proprio Ampero a fare il primo passo..Mi spinge verso il tavolo, tirandomi via i pantaloncini con il reggicalze; Non indossavo le mutande ed Ampero succhiando il mio clitoride, mi manda decisamente in estasi. Mentre godevo, guardando la testa di Ampero tra le mie cosce, Marc nè approfittava per giocare,  passandomi il pene sul viso e sui capezzoli.  Marc era ben dotato ed anche Ampero , due veri stalloni, da quel punto di vista. Marc comincia a giocare con il mio culo burroso, mi stringe le chiappe, le morde , bagnandole di saliva insieme all’ano; Poi con la sua mazza turgida, si tuffa nel mio culo ,scopandolo come un porco..Ampero non resta a guardare, e mentre lo prendo nel culo da Marc, Ampero, ripete esattamente la stessa scena con il culo di Marc..La stanza, viene invasa dai nostri caldi gemiti di piacere.  Avevo una voglia di cazzo indescrivibile, mi siedo sull’uccello di Marc. lo prendo tutto nella figa, mentre ancora Ampero si diverte nell’inculare Marc..Spingo i capezzoli duri, contro il suo petto villoso, mentre lui continua a spingerlo dentro…Poco dopo, mi avvicino al trans, lo bacio in bocca con la lingua, scendendo sulle tettone grosse ed arrapanti, fino a raggiungere il suo lungo uccello per spomparlo fino a farmi sborrare in gola. Marc, apre un cassetto e tira fuori del popper e dei vibratori..Ci sballiamo con una tirata di popper e cadiamo sul letto fatti, i vibratori manovrati da quei due, occupavano tutti i miei  buchi..Ero piena di sperma, nei capelli e sulle tette; Ampero mi aiuta a raccogliere quello cosparso  sul seno, mentre Marc prende  a morsi la mia vagina,  procurando in me, l’ennesimo orgasmo. Dopo un pò,  mi reco al  bagno per  rinfrescarmi e all’uscita,  Marc ed Ampero, non erano più a riposare su quel letto..La casa era molto grande ed inizio a cercarli in altre camere..Apro una porta con la massima silenziosità e scopro Ampero con la bocca piena del cazzo di Marc. E’ così impegnato a succhiare quell’uccello, che nessuno dei due si accorge o ricorda minimamente di me!.., Riesco ad arrivare alla tenda, mi nascondo dietro di essa…Non resisto , e prima di andare via, mi sono messa le mani nella figa ancora umida e mi sono fatta un ditalino, spiando quei porci….Poi senza dire nulla, sono scappata via. Erano così sessamente impegnati che non ho voluto disturbarli..

Blog: I Racconti Erotici, Racconto: Giochi erotici 2 ( Io, lui e il trans)

Vuoi vivere un’avventura come quella in questo racconto erotico? Da oggi puoi, grazie la community di iraccontierotici.it.
>> Trova il partner per realizzare la tua fantasia.



Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (49 voti, media: 3,65 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti: