A me piace guardare, a mia moglie piace scopare (parte 1)

Mi chiamo Gianni oggi ho 59 anni, coniugato da 30 anni con Stefania di anni 52,io mi ritengo un cuckold bisessuale mentre mia moglie etero.
Fin da adolescente avevo manifestato la mia bisessualità. Quando avevo nove anni ci trasferimmo in un complesso di 15 palazzine, in cui vi erano tanti altri chi più chi meno si era della stesse età, in cui ci si radunava per giochi, passarono circa 3 anni, a scuola terminata per rinfrescarsi dall’afa andavamo in un locale lavatoio e stenditoio, diciamo terrazza, in cui vi erano delle vasche in cui i nostri genitori vi facevano il bucato, il pomeriggio non erano usate cosi ci andavamo noi 5 ho 6 amichetti per fare dei bagni per poi asciugarsi al sole, per fare il bagno ci si denudava del tutto, un nostro coetaneo dimostrava delle tendenze femminili in cui scherzando gli facevamo fare delle cose, come di prendere i nostri cazzi in mano, e lui lo faceva volentieri masturbandoci, altri più emancipati e più grandi di un paio di anni, se lo facevano prendere in bocca fino a farli godere, io nel guardali mi eccitavo a vedere quei cazzi più grandi del mio.
Passarono un paio di settimane, e questi giochi si fecero più pesanti in quanto si era passato a incularlo a turno tutti i giorni, io per la prima volta avevo messo il mio cazzo dentro il culo, era stato piacevole che ci avevo preso gusto a farlo e mentre lo stavo inculando la mano andava sempre sul suo cazzo che cercavo di masturbare.
La curiosità prese il sopravvento in cui gli domandai come faceva a prendere i nostri cazzi senza che non accusava nessun dolore, lui mi fece giurare di non dire a nessuno di ciò che sto per raccontarti, e quasi un anno che mio zio, visto che come vedi sono più femmina che maschio, mi fa vestire da femmina per poi mettermi il suo cazzo sia in bocca che in culo, le prime volte sentivo dolore ma poi non più dicendomi anche che il suo cazzo era molto più grande di noi, a me piaceva farlo e lo faccio volentieri sia con lui che con voi.
Ha questa combriccola si uni anche una coetanea che quando facevamo il bagno anche lei si denudava tutta mostrandosi senza pudore e giocava con noi anche facendo del sesso di bocca, mentre un giorno mi stava facendo un bocchino un amico si mise dietro di me con il cazzo duro mettendolo tra le mia natiche, non feci nulla per allontanarlo ansi sentendolo mi faceva piacere che mi chinai per sentirlo meglio tanto che godetti subito. passarono altre settimane che io ripensavo a quel cazzo dentro le natiche che mi aveva fatto piacere sentirlo, quando un giorno eravamo solo noi tre sia la femmina che quello che mi aveva fatto sentire il suo cazzo, cosi mentre lei mi stava facendo un bocchino lui di nuovo si mise dietro di me con il cazzo dritto appoggiandolo sul mio buco, considerando che non era un cazzo grande ma fino e lungo, mi inarcai e nello stesso tempo spinsi all’indietro per farlo entrare, lui visto ciò che stavo facendo iniziava a spingere che poco dopo lo sentii entrare dentro lo sentivo che mi allargava il buco ma non sentivo dolore cosi con un colpo lo fece entrare del tutto iniziando a farlo andare su e giù mentre io godevo dentro la bocca di lei, sentii che stava godendo anche lui sborrandomi dentro.
Da quel giorno abbiamo fatto questo terzetto in cui per la prima volta lei a voluto che la scopassimo infatti avevamo preso a scoparsi tutti e tre.
Passarono gli anni in cui facevo sesso sia con uomini sia come attivo che passivo, mi piaceva scopare le donne specialmente nel culo, fino a che conobbi Stefania, che oggi e mia moglie, venivamo da una storia finita tutte e due ansi la mia era stata l’unica mentre lei non era stata unica ma diverse storie in cui come mi disse che stavano con lei solo per uno scopo scoparla visto che lei come ho costatato a letto da buona donna del sud era un vulcano di sesso in cui si concedeva a qualsiasi gioco, e per questo che mi piaceva e nello stesso tempo mi facevo raccontare le sue storie in tutti i preamboli, io nel sentirla mi eccitavo al massimo e la scopavo con selvaggiamente, cosi poco dopo ci sposammo, e di consueto quando facevamo sesso gli dicevo di raccontarmi ciò che aveva fatto con gli uomini che aveva avuto. per 15 anni si andava d’amore e d’accordo sia a letto che nella vita. Quando i nostri figli erano diventati indipendenti, abbiamo iniziato specialmente io di avere voglia di fare sesso con un uomo, decisi di dirgli di ciò che mi frullava per la testa in quanto lei sapeva tutto di me e delle mie tendenze, in questi anni non avevo più avuti rapporti con un uomo.
continua

Autore:
Gian

Vota questo racconto erotico !

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (19 voti, media: 3,21 su 5)
Loading...

Altri racconti erotici interessanti: